Questo sito fa uso di cookie propri e di altri siti per rendere più facile la navigazione. Acconsenti all'uso dei cookie?

Quotazione e Prezzo dell'Oro e Argento. News e Corsi Trading. Metalli Preziosi +39 333 441 1518

ActivTrades.

Metalli Preziosi

Il Trader Medio Italiano

Inserito in Trader

Indagine sui Trader ed il mercato del trading.

Trader italiani positivi. Raddoppia il numero (73%) dei trader che ha dichiarato di avere guadagnato nei primi mesi del 2017, mentre più della metà dei risultati positivi sono compresi tra l’1 e il 5% del patrimonio. Il trading online si conferma un mercato solido e stabile. In aumento (86%) i trader che intendono continuare a fare trading indipendentemente da come andranno i mercati. Cosa chiede il trader?
Il trader.
Il trader italiano viene indotto a cambiare intermediario sempre per il pricing eccessivo, e/o una piattaforma o un servizio di customer care non adeguati.
Piattaforma, didattica e corsi, segnali operativi, sono anche i fattori che i clienti vorrebbero ulteriormente
potenziati. Importante segnalare la richiesta di maggior didattica e di corsi anche da parte di chi è molto
attivo nel trading.
I trader italiani si confermano di sesso maschile (92%) di età compresa tra i 35 e i 54 anni e per lo più residenti al Nord anche se tra coloro che eseguono più di 200 operazioni a trimestre (i cosiddetti trader molto attivi) diminuisce l’età (di media tra 25 e 44 anni per il 33% del campione). Chi può disporre del proprio tempo ed è quindi in grado di seguire i propri investimenti durante le prime fasi di Borsa non sono solo lavoratori autonomi, commercianti (12,5%), pensionati (16,7%) e trader di professione (5,6%), ma anche promotori finanziari (8,4%), dirigenti e imprenditori (7,2%).
I trader italiani ed il loro comportamento sono l'oggetto della l’indagine annuale che la ricercatrice Anna Ponziani cura in esclusiva per ITForum.
L'analisi rivela che i trader italiani gestiscono i loro risparmi online tramite desktop (74%), mentre il 33% usa notebook e smartphone solo per accedere alle informazioni finanziarie.
I trader attivi aumentano di tre punti percentuali (42%) o almeno si considerano tali, anche se solo il 17% in realtà ha effettuato più di 200 operazioni nel trimestre febbraio-aprile di quest’anno. 

Banca e Fintech 

Il trader medio è al 50% dubbioso nei confronti dei servizi bancari e assicurativi offerti da operatori non tradizionali e non sembra disponibile ad utilizzarli; il 29% potrebbe prendere in considerazione questi intermediari solo per effettuare le operazioni più semplici e per i pagamenti. Approccio ancora cauto nei confronti di intermediari con piattaforme Fintech per la gestione del risparmio e in questo caso i trader sembrano essere leggermente più propensi dei semplici investitori.
In futuro lo sviluppo del Fintech offrirà molteplici dati ed informazioni per la definizione di strategie (45%) e lo sviluppo di servizi a supporto dell’attività di trading (40%). Un quinto ritiene che gli effetti resteranno limitati alla condivisione di operazioni entro una community di trader e un altro 14% non si aspetta nulla
Il trader italiano quindi in base al sondaggio continuerà a comperare e vendere titoli sui mercati che già conosce: azioni, valute  fondi. Diminuirà l’interesse per ETF, derivati e materie prime. 

Tags: Trading online trader

Forex Trading Expert Advisor.