Questo sito fa uso di cookie propri e di altri siti per rendere più facile la navigazione. Acconsenti all'uso dei cookie?

Quotazione e Prezzo dell'Oro e Argento. News e Corsi Trading. Metalli Preziosi +39 333 441 1518

Metalli Preziosi

Metalli Pesanti - L'Elenco

Inserito in Metalli Pesanti

I Metalli Pesanti nel sangue, nell'acqua, nella pasta, nei vaccini.

I metalli pesanti.Tra i metalli pesanti si possono distinguere metalli indispensabili per gli organismi viventi potenzialmente tossici come il ferro, cobalto, cromo, rame, manganese, molibdeno, selenio, zinco; altri metalli pesanti sono considerati tossici: alluminio, arsenico, berillio, cadmio, mercurio, nichel e piombo. 

I metalli pesanti si trovano ovunque e non si possono sciogliere o distruggere. Li introduciamo nel nostro corpo e nel nostro sangue con l'acqua, la pasta, i vaccini e l'aria. Fanno anche bene perché alcuni metalli pesanti in tracce come rame, selenio, zinco aiutano a mantenere il metabolismo del corpo umano. Concentrazioni più alte possono però provocare avvelenamento. Le cause? Contaminazione dell'acqua potabile (per esempio da tubature in piombo), alte concentrazioni nell'aria ambiente vicino alle fonti di emissione, o nel cibo.

I metalli pesanti non hanno una definizione precisa, ma si potrebbe tener conto della densità.

metalli pensanti sarebbero elementi la cui densità è maggiore di 5 grammi per centimetro cubo; oppure metalli il cui peso atomico sia maggiore di 20.

Metalli Pesanti in traccia

I metalli pesanti in traccia sono elementi chimici presenti nei fluidi biologici degli organismi viventi in concentrazioni inferiori a 1 μg per grammo di peso. I metalli pesanti in traccia si possono dividere in due gruppi: elementi essenziali per la vita in quanto implicati in importanti processi metabolici come arsenico, cobalto, cromo, rame, fluoro, ferro, iodio, manganese, molibdeno, nichel, selenio, silicio, stagno, vanadio e zinco; ed elementi tossici anche a basse concentrazioni (cadmio, mercurio, cromo e piombo).

Elenco dei Metalli Pesanti 

Alcuni metalli pesanti provocano sintomi da intossicazione:

Alluminio: perdita di memoria, danni al sistema nervoso centrale, demenza. 
Antimonio: danni al cuore, diarrea, vomito, ulcera allo stomaco.
Arsenico: cancro al sistema linfatico, al fegato, alla pelle.
Bario: ipertensione, paralisi.
Bismuto: dermatite, stomatite ulcerosa, diarrea.
Cadmio: malattia itai-itai, diarrea, dolori di stomaco, vomito, fratture ossee, danni immunitari, disordini psicologici, tumore.
Cromo: danni ai reni e al fegato, problemi respiratori, cancro polmonare.
Rame: irritazioni al naso, bocca ed occhi; cirrosi epatica, danni al cervello e ai reni. Emicranie croniche
Gallio: irritazione alla gola, difficoltà respiratorie, dolori alla cassa toracica.
Afnio: irritazione agli occhi, alla pelle e alle mucose.
Indio: danni al cuore, reni e fegato.
Iridio: irritazione agli occhi e al tratto digestivo.
Lantanio: cancro polmonare, danni al fegato.
Piombo: danni al cervello, disfunzioni alla nascita, danni ai reni, difficoltà di apprendimento, distruzione del sistema nervoso.
Manganese: turbe alla coagulazione del sangue, intolleranza al glucosio, disordini allo scheletro.
Mercurio: distruzione del sistema nervoso, danni al cervello, danni al DNA.
Nichel: embolia polmonare, difficoltà respiratorie, asma e bronchite cronica, reazioni allergiche della pelle.
Palladio: altamente tossico e cancerogeno, irritante per le mucose.
Platino: alterazioni del DNA, cancro, danni all'intestino e reni. Non è tossico e si usa in odontoiatria e gioielleria.
Rodio: macchie alla pelle, potenzialmente tossico e sospetto cancerogeno.
Rutenio: altamente tossico e cancerogeno, danni alle ossa.
Scandio: embolia polmonare, danni al fegato.
Stronzio: cancro ai polmoni, nei bambini difficoltà di sviluppo delle ossa.
Tantalio: irritazione agli occhi e alla pelle, lesione del tratto respiratorio superiore.
Tallio: danni allo stomaco, al sistema nervoso, coma e morte, per chi sopravvive al Tallio rimangono danni al sistema nervoso e paralisi.
Stagno: irritazione agli occhi e alla pelle, emicrania, dolori di stomaco, difficoltà ad urinare.
Tungsteno: danni alle mucose e alle membrane, irritazione agli occhi.
Vanadio: disturbi cardiaci e cardiovascolari, infiammazioni allo stomaco ed intestino.
Ittrio: molto tossico, cancro ai polmoni, embolia polmonare, danni al fegato.

Tags: metalli pesanti

Il Forex Broker Pure Market.

Forex Trading Expert Advisor.