Questo sito fa uso di cookie propri e di altri siti per rendere più facile la navigazione. Acconsenti all'uso dei cookie?

Quotazione e Prezzo dell'Oro e Argento. News e Corsi Trading. Metalli Preziosi +39 333 441 1518

Metalli Preziosi

ESMA Rinnova le Restrizioni

Inserito in Esma

L'ESMA rinnova le restrizioni ancora per tre mesi.

Le restrizioni Esma.L'Esma, l'autorità di regolamentazione paneuropea ha deciso di estendere le restrizioni e divieti su Binary e Criptovalute e le tanto criticate limitazioni sulla leva finanziaria. L'Esma rinnova per altri tre mesi oltre il periodo di prova di tre mesi che si concluderà il 1 ° novembre. Tuttavia, l'ESMA ha dato "qualcosa in cambio", rilasciando una delle più fastidiose regole relative al marketing mai istituite. Anche l'estensione di tre mesi delle nuove regole (attive fino al 1 febbraio 2019) è stata fatta come misura temporanea. Le nuove restrizioni Esma hanno già lasciato il segno. Volumi e utili in calo per tutti i broker. 

L'Esma ha già iniziato a produrre notevoli effeti nel settore dell'intermediazione online, con una discreta perdita di ricavi riportata da aziende del calibro di IG Group e CMC Markets. I broker si chiedono già ora quante altre volte l'Esma rinnoverà le restrizioni che sono "temporanee". 

L'Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati (Esma) ha quindi informato il pubblico che ha deciso di rinnovare la restrizione alla commercializzazione, distribuzione o vendita di contratti per differenza (CFD) ai trader retail, in vigore dal 1 ° agosto 2018 di un ulteriore periodo di tre mesi. Anche se era già scontato, l'Esma considera una necessità estendere la misura di intervento attualmente in vigore.

Webinar: Migliora il tuo trading  ISCRIVITI QUI ai webinar gratuiti di Carlo Vallotto

L'Esma ritiene che continui a sussistere un pericolo in materia di protezione degli investitori legata all'offerta di CFD ai trader al dettaglio. Ha quindi deciso di rinnovare per altri tre mesi le restrizioni che sarebbero scadute il 1 ° novembre.

Trader scontenti

I trader dopo le pesanti iniziative dell'Esma a seguito delle restrizioni hanno ridotto l'operatività a causa dell'incertezza causata dalla nuova normativa e per le limitazioni eccessive della leva che impedisce una operatività giornaliera proficua basata sulla volatilità. Un altro ostacolo sono le eccessive limitazioni a rientrare tra i trader professionisti.

Un numero molto alto di trader in Italia fa trading da 10 - 15 anni ed è perfettamente in grado di capire cosa sta facendo, anche se non ha lavorato allo sportello di una banca ed anche se non tiene sul conto corrente mezzo milione di euro.         

Le restrizioni al trading online dell'Esma.

CFD - Rinnovo delle restrizioni 

Il rinnovo è stato deciso dal consiglio delle autorità di vigilanza dell'Esma ( tutti membri di estrazione bancaria) e comprende il rinnovo di quanto segue:

1. Apertura limitata di una posizione da parte di un trader retail da 30:1 a 2:1, in base alla volatilità del sottostante e cioè:

30: 1 per le principali coppie di valute;
20: 1 per le coppie di valute non principali, l'oro e gli indici principali;
10: 1 per le materie prime diverse dall'oro e dagli indici azionari non importanti;
5: 1 per le singole azioni e altri valori di riferimento;
2: 1 per criptovalute;
2. Chiusura della posizione in base al margine per account. Questo standardizzerà la percentuale del margine (al 50% del margine minimo richiesto) a cui i broker sono tenuti a chiudere uno o più CFD aperti del cliente al dettaglio. Questo ha sollevato notevoli obiezioni da parte dei trader.

3. Protezione del saldo negativo su base account. Ciò fornirà un limite globale garantito per le perdite dei clienti al dettaglio;

4. Restrizione agli incentivi offerti per negoziare i CFD; niente bonus; 

5. Chilometrico avviso di rischio uguale per tutti, compresa la percentuale di perdite sui conti dei trader retail, da parte del broker CFD. Il malcontento qui è crescente. Il trading di CFD sulle criptovalute è possibile al massimo in leva 1:2.  

Avvisi di rischio invasivi

Durante la revisione della misure, l'Esma ha ricevuto molte lamentele, perché i broker CFD hanno incontrato difficoltà tecniche nell'utilizzare l'avviso di rischio a causa dei limiti di carattere imposti nel marketing. Come è possibile che l'Esma obblighi a pubblicare un avviso chilometrico e decida anche i font? Una pazzia. Pertanto, l' Esma ha accettato di introdurre nel rinnovo una avvertenza sui rischi con caratteri ridotti.

In poche parole era praticamente impossibile scrivere 30 parole di avviso di rischio su un banner 468x60 o anche 250x250. Impossibile fare marketing. L'Esma ha ridotto i caratteri, ma ha imposto ugualmente un avviso ingombrante e sproporzionato. Ogni broker deve inserire la percentuale degli account CFD al dettaglio che perdono denaro ( mediamente da 80/20 a 70/30).


Il nuovo avvertimento sarà consentito solo nei casi in cui i termini standard di un fornitore di marketing terzo abbiano un limite di caratteri inferiore al numero di caratteri che comprende l'avviso di rischio completo o abbreviato, a condizione che l'annuncio rimandi anche a una pagina web di il fornitore su cui viene divulgata la segnalazione di rischio completa. Avete capito? Il marketing lo decide Esma; il lavoro dei broker quindi diventa molto difficile se non impossibile. Quello dell'Esma sembra più un esercizio di potere, un mostrare i muscoli, più che una sensata ed utile regolamentazione del mercato.  Erano più sensate le proposte di restrizione avanzate a suo tempo dalla FCA inglese.

Restrizioni in Gazzetta Ue

L'Esma intende adottare la misura del rinnovo elle restrizioni nelle lingue ufficiali dell'UE nelle prossime settimane. L'Esma pubblicherà un avviso ufficiale sul proprio sito web. La misura sarà quindi pubblicata nella Gazzetta ufficiale dell'UE e inizierà ad applicarsi dal 1 ° novembre 2018 per un periodo di tre mesi. E poi?

La commissione dell'Esma farà indagini riservate e deciderà se perseverare con regole incomprensibili che il mercato in tutta Europa ha già mostrato di non gradire.  Va bene la protezione del conto dal saldo negativo, il divieto delle binary, ma tutto quello che crea ostacoli ad un trading online efficiente e consapevole ha effetti negativi sul'operatività del trader ed sui volumi di mercato.   

I Broker chiedono più tutela

I broker hanno reagito alle restrizioni cercando di dedicare più energie ai trader professionisti, ma sono scontenti per il calo degli utili e per la limitata concorrenza che potrebbero subire da broker no Esma. Per questo chiedono maggiori tutele all'Esma. I trader invece ora sono contenti per la maggiore trasparenza alla quale i broker sono costretti dall'Esma.   

Tags: restrizioni Esma trader Broker trading

Il Forex Broker Pure Market.

Forex Trading Expert Advisor.