Questo sito fa uso di cookie propri e di altri siti per rendere più facile la navigazione. Acconsenti all'uso dei cookie?

Quotazione e Prezzo dell'Oro e Argento. News e Corsi Trading. Metalli Preziosi +39 333 441 1518

ActivTrades.

Metalli Preziosi

Oro - Analisi Mercati Finanziari 11/04/17

Inserito in Quotazione Oro

Analisi dell'oro e dei mercati finanziari 11/04/17

Gli operatori dei mercati finanziari, rimangono focalizzati sulla eventualità che il presidente Donald Trump dia il via ad un escalation militare autorizzando ulteriori interventi militari in Siria e l'invio di navi da guerra nell'area della Penisola coreana, che di fatto spingerebbe Pyongyang ad una contro reazione. 

Contenuti:

Nella notte gli indici asiatici sono stati  testimoni di forti vendite che hanno di conseguenza influenzato anche le Aperture dei listini della zona Euro.

Politica della Fed

Altro punto focale per i traders sarà il ritmo di strette monetarie che la Federal Reserve Americana, vorrà imporre: gli ultimi dati sul mercato del lavoro hanno deluso le attese, ma la governatrice Janet Yellen ha mantenuto dritta la barra dicendo che l'economia Usa è in salute e che non vuole rischiare di dover correre in futuro per adeguare il costo del denaro a un'inflazione troppo alta. Secondo la governatrice della Federal Reserve bisogna procedere in modo graduale con i rialzi dei tassi, se l'economia Usa continua ad andare come previsto.

Secondo Yellen, la prima economia al mondo è "in salute" mentre la Banca centrale continua a difendere la sua indipendenza dalle ingerenze del Congresso (e del presidente americano Donald Trump). Yellen ha spiegato: "Non vogliamo aspettare troppo perché se l'economia si surriscalda e l'inflazione sale oltre il nostro target (di crescita annuale pari al 2%) non vogliamo essere costretti ad alzare i tassi in fretta, cosa che potrebbe causare un'altra recessione. Vogliamo portarci avanti, non essere indietro".

Geopolitica

Il contesto internazionale e geopolitico continua ad evolversi in un clima incandescente, sia dentro i confini dell'Unione Europea che al di fuori di essi. Il fronte siriano della guerra medio-orientale continua ad impensierire il mondo, anche alla luce dei possibili risvolti nucleari che potrebbe assumere l'altro fronte caldo che investe gli Stati Uniti d'America, quello della Corea del Nord.

Unico frutto delle tensioni belliche di questi giorni è il rialzo del prezzo del petrolio sulle principali piazze di scambio mondiali. Le quotazioni del barile sono infatti tornate a scambiare sui livelli di inizio marzo intorno ai 53,8 dollari al barile. Il lancio dei missili Usa in Siria potrebbe danneggiare momentaneamente l'offerta di petrolio perchè anche se la Siria, non è un produttore significativo, la stessa confina con l'Iraq, che invece è il secondo produttore del cartello Opec.

Elezioni

Sul fronte interno invece in Francia ci si avvicina a piccoli passi alla settimana clou di questa prima parte dell'anno, il primo round delle elezioni presidenziali francesi. Secondo gli ultimi sondaggi, a poco meno di due settimane dal voto, ecco che si inserisce un'outsider all'interno della corsa a tre per l'Eliseo.

A inizio giornata a l’oro sembra dare segnali di resistenza e recupera terreno dopo una sessione di lunedì nella quale il mercato ha trascorso gran parte della giornata in ribasso, in evidente difficoltà. Il mercato dei metalli preziosi probabilmente potrà godere di un certo supporto offerto dalle crescenti tensioni.

Tags: opec Fed petrolio Gold

Il Forex Broker Pure Market.

Forex Trading Expert Advisor.