Questo sito fa uso di cookie propri e di altri siti per rendere più facile la navigazione. Acconsenti all'uso dei cookie?

Quotazione e Prezzo dell'Oro e Argento. News e Corsi Trading. Metalli Preziosi +39 333 441 1518

ActivTrades.

Metalli Preziosi

Esma News - Basta Restrizioni?

Inserito in Esma News

Restrizioni Esma

Esma non rinnoverà le restrizioni, lo farà Consob.

L'ESMA passa la mano a Consob e rinuncia a rinnovare le restrizioni temporanee che hanno creato problemi ai trader ed un danno notevole ai broker che offrono i CFDs? ESMA cessa il rinnovo delle misure restrittive su CFDs e opzioni binarie. Non è un colpo di scena, poiché la maggior parte dei regolatori nazionali ( Consob compresa) si avvia a rendere permanenti le restrizioni. Quindi Esma passa la mano a Consob.


ESMA: ci penserà la Consob. 

L'ESMA non rinnova le restrizioni ai broker ed ai trader. L'Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati ha annunciato che non rinnoverà le sue restrizioni sulla vendita di contratti per differenza (CFD) in Europa.

ESMA, watchdog dei mercati europei, con un bilancio superiore ai 40 milioni di euro e conta 150 dipendenti, ha iniziato a vessare i broker commerciali offrendo accesso a prodotti ad alta leva agli investitori al dettaglio nell'agosto 2018. Da allora, l'ESMA ha esteso quattro volte la sua dura limitazione , più di recente fino alla fine di luglio 2019, quando era prevista l'ultima estensione scadere.

Questa mossa dell'ESMA non è una sorpresa poiché dodici mesi dopo aver inizialmente introdotto le sue regole limitate nel tempo, la maggior parte dei regolatori nazionali ha già reso permanenti queste restrizioni.

Tuttavia, l'ESMA non molla; dichiara che "continuerà a monitorare le attività in relazione a questi e altri prodotti speculativi correlati per determinare se possano essere necessarie altre misure a livello di UE".

Broker - Crollo dei profitti e volumi 

I profitti dei broker in Europa sono crollati sulle restrizioni ESMA. Numerosi regolatori europei hanno spinto a presentare restrizioni permanenti a livello nazionale contro i CFD e le opzioni binarie, anche se ogni membro dell'UE ha il diritto di applicare le proprie regole su misura per i propri mercati nazionali.
Le regole impongono anche una protezione negativa dell'account, garantendo che i clienti non possano perdere più della loro quota di negoziazione, evitando una ripetizione della debacle dopo il crollo del franco svizzero del 2015. Infine, le regole vietano i bonus e altri incentivi, sia monetari che non monetari, che potrebbero aver incoraggiato il sovradimensionamento negli ultimi anni.

Per i broker, il colpo più grande è stata la decisione dell'ESMA di limitare quanta leva finanziaria possono offrire ai propri clienti per aumentare le scommesse. Le aziende regolamentate sono state costrette a limitare la leva finanziaria che offrono a un massimo di 30: 1, con limiti di appena 2: 1 sulle criptovalute. In Europa i profitti ed i volumi dei broker più noti in CFD sono crollati da quando sono entrate in vigore le regole.

Rimedi ai danni causati dall'ESMA 

L'opera distruttiva dell'ESMA in Europa è sotto gli occhi di tutti. I più importanti broker, da anni sul mercato, hanno subito perdite pesantissime. In Europa. Ma non nel resto del mondo. Infatti molti broker sono nel tempo diventati broker globali attivi in tutto il mondo e possono rimanere in piedi grazie al buon andamento in altri importanti mercati. Molti hanno tagliato le spese, altri hanno cercato di cambiare tipo di clientela dal retail a clienti istituzionali; altri hanno puntato sui conti professionali, ma l'ESMA ha lanciato avvertimenti per frenare il ricorso a pratiche scorrette.

Bahamas - Rimedi alle restrizioni

Le isole Bahamas.Il rimedio c'è. Se il trader chiede "espressamente" al proprio broker l'apertura di un account alle Bahamas, cioè fuori delle restrizioni ESMA, nessuno infrangerà alcuna regola. Molti broker europei hanno filiali ovunque, sono broker globali.

Basta quindi aggiungere l'estensione .bs al nome del broker ed arrivare così alla sede delle Bahamas. Dal momento che il broker è muto e non può fare alcuna pubblicità o sollecitazione della cosa (pena severe sanzioni Esma) è il trader che deve  espressamente chiedere l'apertura di un conto, pienamente cosciente naturalmente del rischio connesso al trading online.

Il trader quindi deve prendere l'iniziativa perché il broker non può fornire informazioni e tanto meno mandare degli inviti.  Molti trader da tempo hanno attivato due conti trading: uno con un broker regolato Esma ed uno non regolato Esma, in questo modo ogni strumento finanziario ha la massima possibilità operativa. 

Tags: No Esma Esma Consob Broker

Forex Trading Expert Advisor.