Quotazione e Prezzo dell'Oro e Argento. News e Corsi di Trading. Metalli Preziosi +39 333 441 1518

Metalli Preziosi

Soldi d'Argento - Infografica

Inserito in Argento

 Soldi d'Argento - Il crollo dell'Impero Romano. Infografica.

La moneta d'argento.

I soldi romani, l'argento contenuto nella moneta, l'inflazione e la crisi economica di un impero che al suo apice ha governato fino a 130 milioni di persone in uno spazio di 1,5 milioni di miglia quadrate. Roma aveva conquistato gran parte del mondo conosciuto. L'impero ha costruito 50.000 miglia di strade, acquedotti, anfiteatri, e altre opere che sono ancora in uso oggi. Come è crollato? Quale ruolo ha avuto il denaro e l'argento nel campo della economia e della ricchezza di un popolo. Una infografica che fa la storia dell'impero romano.

L'economia romana

L'argento, i soldi ed il commercio erano di vitale importanza per Roma. E 'stato il commercio che ha permesso di importare una grande varietà di merci da importare nei suoi confini: carne bovina, cereali, vetro, ferro, piombo, cuoio, marmo, olio d'oliva, profumi, porpora, seta, argento, spezie, legno, stagno e vino. Questo commercio ha generato grande ricchezza per i cittadini di Roma. Tuttavia, la città di Roma stessa aveva solo 1 milione di persone, e dei costi mantenuto in aumento, mentre l'impero è diventato sempre più grande. I costi militari, logistici, amministrativi  hanno trovato nuovi modi creativi per pagare le cose. Insieme ad altri fattori, questo ha portato ad iperinflazione, un'economia in crisi, localizzazione del commercio, pesanti tasse, e una crisi finanziaria che ha paralizzato Roma.

Svalutazione 

La moneta d'argento usata durante i primi 220 anni dell'impero era il "denaro".

Questi soldi, questa moneta, tra le dimensioni di un nickel, valeva circa un giorno di stipendio per un operaio specializzato o un artigiano. Durante i primi anni dell'Impero, queste monete erano di elevata purezza, contenendo circa 4,5 grammi di argento puro.
Tuttavia, con forniture limitate di argento e d'oro, la spesa pubblica era limitata dalla quantità di "denari" che potevano essere coniati.

Soluzione: diminuire la purezza delle monete, cioè la quantità di argento nella moneta però continuava ad avere lo stesso valore nominale.

L'argento tuttavia diminuisce. Al tempo di Marcus Aurelius, il denaro conteneva solo circa il 75% di argento. Caracalla escogita uno stratagemma. Introduce il “doppio denario”, che valeva il doppio in valore nominale, ma pesava una volta e meza. Al tempo di Gallieno, le monete ebbero appena il 5% di argento. La moneta aveva un nucleo di bronzo con un sottile strato di argento.

Le conseguenze

Argento in quantità minima nelle Monete di qualità inferiore in circolazione non ha aiutato ad aumentare la prosperità; era necessario un numero sempre maggiore di monete per pagare beni e servizi. Poi è arrivata l'inflazione galoppante nell'Impero. Ad esempio, i soldati chiedevano salari molto più elevati mentre la qualità delle monete diminuita.
L'argento era uno dei crucci di Caracalla che si lamentava perché non riusciva a pagare il suo esercito. Nel 265 dC, con una moneta contenente solo il 0,5% di argento, i prezzi salirono alle stelle, del 1.000% in tutto l'Impero Romano. Solo mercenari non romani dovevano essere pagati in oro.

Iperinflazione

Con impennata dei costi logistici e amministrativi e mancanza di preziosi saccheggiati ai nemici, i Romani riscuotevano sempre più le tasse per sostenere l'Impero. L'iperinflazione, tasse alle stelle, e denaro senza valore ha creato una serie di difficoltà che ha distrutto gran parte del commercio di Roma. L'economia era paralizzata. Entro la fine del 3 ° secolo, qualsiasi commercio era per lo più locale, esercitato con il baratto. 

Il collasso finale

Mancanza di soldi, monete e liquidità portarono al collasso finanziario. Durante la crisi del 3 ° secolo (235-284 dC), ci furono più di 50 imperatori. La maggior parte di questi sono stati uccisi, assassinati o uccisi in battaglia. L'impero era diviso in tre stati separati. Guerre civili costanti rendevano vulnerabili i confini dell'impero. Le reti commerciali sono state così disintegrate. Le invasioni barbariche arrivavano da ogni direzione. La peste era dilagante. 

E così alla fine l'Impero Romano d'Occidente avrebbe cessato di esistere nel 476 dC

 
Courtesy of: The Money Project

 

Tags: Soldi Argento Moneta infografica

Il Forex Broker Pure Market.

Forex Trading Expert Advisor.