Quotazione e Prezzo dell'Oro e Argento. News e Corsi di Trading. Metalli Preziosi +39 333 441 1518

La piattaforma ActivTrader.

Metalli Preziosi

Rame - Crescono le Importazioni

Inserito in Rame

Rame - Importazioni Cinesi in crescita.

I prezzi del rame sono scesi con i dazi. Infatti la guerra commerciale cinese ha avuto un impatto sui prezzi del rame, seconda comodity meno performante da inizio anno, in calo di oltre il 14,50%. Le importazioni mensili cinesi di rame hanno registrato una salita record nel mese di luglio, grazie alle fonderie cinesi che hanno incrementato gli acquisti per approfittando dei minori prezzi nel mercato. 

La Cina, il più grande consumatore al mondo di rame ha importato 1.845 milioni di tonnellate di minerali e concentrati di rame il mese scorso, secondo i dati diffusi dall'amministrazione generale delle dogane.

La forza del dollaro usa ha tuttavia piegato l'intero comparto dell materie prime che insieme al Copper, hanno sofferto molto in questi ultimi mesi.

La questione dei dazi ha lanciato un sasso enorme nello stagno dei mercati finanziari creando uno scompiglio visibile agli occhi di tutti. Ora il metallo rosso sembrerebbe aver trovato una fase di supporto nella sua tendenza short, grazie anche all'accordo sindacale, stipulato dalla BHP, Società che ha in gestione la miniera di Escondida in Cile.

Prezzi  a Livello di Supporto 

Nel rame il livello di supporto a US $260 ha fatto il suo dovere sostenendo le quotazioni che in una fase di ipervenduto hanno trovato la forza di rimbalzare con decisione fino ai prezzi attuali. Non sembra esserci particolare tensione sui prezzi dei futures con scadenza a 12 mesi sul rame che rimangono in contango. Per fare una previsione informata, vale la pena guardare la produzione di rame per numero di paesi. Secondo gli ultimi dati di US Geological Survey, la produzione globale di rame ha raggiunto 19,7 milioni di tonnellate nel 2017. Si tratta di circa 400.000 tonnellate rispetto all'anno precedente.

Webinar: Migliora il tuo trading  ISCRIVITI QUI ai webinar gratuiti di Carlo Vallotto

I prezzi del rame sono scivolati per una seconda sessione martedì, mentre la crescita del settore manifatturiero in Cina ha rallentato lo scorso mese, sollevando le preoccupazioni sulla domanda nei maggiori consumatori mondiali di metalli industriali. A settembre la crescita del settore manifatturiero cinese è implosa a causa di un indebolimento della domanda sia interna che esterna, secondo due recenti sondaggi, aumentando la pressione sul Governo sui dazi statunitensi che sembrano infliggere sempre più un pesante tributo all'economia cinese.

Rame: Fattori negativi

Le perdite del rame hanno accelerato dopo che gli investitori hanno preferito investire verso la relativa sicurezza del dollaro, da una parte preoccupati della crisi finanziaria della Turchia e in secondo luogo a seguito di una crescente preoccupazione che il commercio tra Stati Uniti e Cina frenerà la crescita economica, danneggiando la domanda di materie prime.

Tuttavia il quadro potrebbe non essere così drammatico poiché secondo gli ultimi dati Bloomberg, la produzione di rame scende del 47%, le importazioni aumentano del 233%. Il focus tecnico ci invita a prestare attenzione al livello di supporto in area US $270. Solo quotazioni sopra US$300 riporterebbero il sereno nel settore del rame.

Tags: copper Rame

Il Forex Broker Pure Market.

Forex Trading Expert Advisor.