Quotazione e Prezzo dell'Oro e Argento. News e Corsi di Trading. Metalli Preziosi +39 333 441 1518

ActivTrades.

Metalli Preziosi

Gold sui Massimi - Prossimo Obiettivo: $ 1.500

Inserito in Gold

Gold - Il prezzo è salito a un livello record da settembre 2013 dopo il segnale di disponibilità della Fed per la prima volta dal 2008 a tagliare i tassi.

Gold - Vola a 1.394 dollari, ai massimi da quasi un anno e mezzo il prezzo del Gold dopo il break out del livello di $1.360, spinto dagli acquisti finanziari a seguito delle parole di Jerome Powell presidente della Federal Reserve che nella riunione di ieri sera, pur mantenendo invariati i tassi di interesse ha aperto alla possibilità di prossimi tagli del costo del denaro.

Fed - Taglio tassi 

La Fed ha mantenuto intatti i suoi tassi di interesse al termine della riunione di politica monetaria di due giorni, una mossa che era già ampiamente anticipata dal mercato. Prima della decisione, il mercato aveva assegnato solo il 20% di possibilità che la Fed tagliasse i tassi di interesse questo mese, in considerazione anche dell'avvicinarsi delle scadenze tecniche di giugno.

Mentre il Federal Open Market Committee (FOMC) ha continuato a vedere una prolungata espansione dell'attività economica e forti condizioni del mercato del lavoro, ha anche affermato che "le incertezze sulle prospettive sono aumentate". La dichiarazione del FOMC non include più la parola "paziente" dalla sua posizione di politica monetaria e ha suggerito che la possibilità di tagliare fino allo 0,5% quest'anno. Nel frattempo la Fed ha tagliato le proiezioni sull'inflazione nel 2019 dall'1,8% all'1,5%.

L'economia usa ha ora un ritmo, non più alto, ma "moderato" che al momento non richiede tagli, ma lo esigerà più avanti. I tassi restano fermi in una forchetta fra il 2,25% e il 2,50%. La Fed ha quindi guadagnato tempo ed ha così innescato il rialzo dei prezzi di Gold, Bond e franco svizzero.    

Una Fed "colomba", non più "paziente" come prima. Decisione interlocutoria che piace a Trump appena ricandidatosi. 

La Fed vuole prima vedere l'andamento dei dati economici. Quelli recenti si sono indeboliti con la creazione di posti di lavoro drasticamente rallentata a maggio, mentre l’inflazione rimane costantemente al di sotto dell’obiettivo del 2% della Fed. Segni di debolezza che aprono un futuro taglio, ma non ora. Aspettiamo il G20 e l'andamento della guerra commerciale con la Cina.  

Gold e tassi

La storia parla delle buone dinamiche del Gold nel periodo del ciclo di riduzione dei tassi della Fed e dell'attuazione di altre misure di incentivazione. Così, nel 2007-2008, il metallo prezioso è cresciuto del 20% e nei tre anni successivi ha raddoppiato il prezzo sullo sfondo della riduzione dei tassi negli Stati Uniti a zero.

Gli analisti di Wells Fargo sostengono che ci siano buone possibilità di vedere il Gold in area $1.500/oz ma tuttavia tenendo conto dell'atmosfera prevalente nei mercati finanziari, non considerano l'idea di acquistare metalli ai livelli attuali che sembrano attraenti.

Usa Cina in guerra

La banca presta attenzione al fatto che la combinazione delle guerre commerciali statunitensi e cinesi, la crescita delle tensioni geopolitiche nel mondo e l'allentamento della retorica delle banche centrali non sono state sufficienti per assicurare la migrazione degli investitori verso il Gold e la formazione di un più convincente movimento al rialzo.

Un'ulteriore escalation dello stallo commerciale USA-Cina potrebbe fornire supporto al Gold, ma per un serio cambiamento nel sentiment degli investitori, è probabile che sarà necessario un indebolimento tangibile del dollaro. La volatilità è sui livelli massimi e quindi possibile che vi sia una pausa nell'espansione del trend. Manteniamo il focus sul livello di supporto a $1.350.

Tags: politica monetaria fomc prezzo gold tassi interesse Gold

Il Forex Broker Pure Market.

Forex Trading Expert Advisor.